CHE COS’É ISO

ISO (Organizzazione Internazionale per la standardizzazione) è una federazione a livello mondiale di organismi di standardizzazione nazionale cui aderiscono 130 Paesi.

E’ un organismo non governativo nato nel 1947, la cui mission è quella di promuovere lo sviluppo della standardizzazione e delle attività ad essa correlate, per facilitare lo scambio delle merci e dei servizi e sviluppare la cooperazione nei campi delle attività intellettuali, scientifiche, tecnologiche ed economiche.

Gli accordi ISO sono pubblicati come Standard Internazionali. Non c’è correlazione diretta tra il nome esteso e la sigla ISO perché quest’ultima non è un acronimo bensì una parola a sé stante, derivata dal greco isos che significa uguale e che è il prefisso di molte parole tra cui isometrico (di uguale misura o dimensione) e isonomia (uguaglianza della legge o delle persone).

Oltre a questo è usata normalmente per indicare l’organismo. La cosiddetta barriera tecnica allo scambio è dovuta alla mancata armonizzazione degli standard per tecnologie simili tra i diversi Paesi.

Le industrie esportatrici hanno da sempre avuto bisogno di concordare standard e questa è stata l’origine dell’esistenza di ISO.

La standardizzazione internazionale si è estesa in molti campi: nel trattamento delle informazioni, nel settore tessile, degli imballaggi, della distribuzione di beni, nella produzione e utilizzo dell’energia, nei servizi bancari e finanziari.

Tra gli standard ISO che sono stati ampiamente adottati, sono da ricordare:

il codice per la velocità delle pellicole;
il formato delle carte telefoniche e bancarie;
i container per il trasporto delle merci;
i simboli m, kg, s, A, K, mol, cd, che sono le sette unità di base del sistema universale di misura noto come SI;
la misura della carta;
i simboli per i controlli sulle automobili;
la sicurezza per le corde;
i codici internazionali ISO per i nomi delle nazioni, delle valute e delle lingue;
il sistema metrico ISO per i cacciavite;
le ISO 9000 che sono alla base del controllo della qualità e dell’assicurazione qualità e la serie 14000 che fornisce una simile cornice per il controllo dell’ambiente.
Il lavoro tecnico delle ISO viene condotto in un sistema gerarchico composto da 2850 comitati tecnici, sottocomitati e gruppi di lavoro. In questi comitati sono presenti rappresentanti qualificati dell’industria, di istituti di ricerca, autorità di governo, organizzazioni di consumatori e organismi internazionali da ogni parte del mondo.
Il bisogno di uno standard viene in genere espresso da un settore che comunica la richiesta a un organismo nazionale. Quest’ultimo propone il nuovo compito a ISO.

Una volta che il bisogno sia stato riconosciuto e formalmente concordato, si avvia la fase della definizione degli aspetti tecnici che dovranno essere coperti dal futuro standard.

La seconda fase è quella della costruzione del consenso.

La fase finale comprende l’approvazione formale della bozza dello Standard Internazionale, dopo di che il testo concordato viene pubblicato come Standard ISO.

Molti standard richiedono aggiornamenti periodici: per via dell’evoluzione tecnologica, dell’introduzione di nuove metodologie e materiali, nuove richieste di sicurezza e qualità. ISO ha stabilito che tutti gli standard debbano essere rivisti a intervalli di non più di cinque anni.

Share:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
On Key

Articoli correlati